Top
Piccolo ma letale

 Sapevi che i mozziconi di sigaretta sono il rifiuto più tossico esistente sia per l’uomo che per l’ambiente?

I ricercatori hanno analizzato lo stato di salute di alcune specie della fauna marina e hanno trovato tracce di questi oggetti incriminati nei corpi del 70% degli uccelli e nel 30% delle tartarughe.

Non solo.

Lo sapevi che i mozziconi di sigaretta non fanno germogliare le piante?

Le cicche di sigarette costituiscono, infatti, uno dei fattori d’inquinamento ambientale maggiormente diffusi anche per le piante. Alcuni ricercatori inglesi, hanno recentemente pubblicato uno studio che dimostra come i mozziconi nel terreno riducano enormemente il livello di successo della germinazione.

La ricerca si è basata su uno studio di piante come il trifoglio e, hanno evidenziato una riduzione del 27% sulla germinazione e del 28% nella lunghezza del germoglio.

Questo perché il mozzicone colpisce le radici delle piante riducendone il peso di oltre la metà.

Lo studio, inoltre, ritiene che sia proprio il filtro della sigaretta a causare i danni più gravi alle piante.

L’Italia si attiva

Queste statistiche e questi dati fanno riflettere sulla quantità di inquinamento che produciamo ed è proprio per questo motivo che l’Italia ha deciso di prendere una posizione.

Ha preso e sta prendendo campo, infatti, una proposta di legge che sta cercando di dare una regolamentazione efficace, ma soprattutto uniforme in tutte le spiagge italiane su questo delicatissimo tema.

Perché dal punto di vista ambientale, l’impatto dei mozziconi di sigarette sull’ambiente e in particolar modo su l’ecosistema marino è devastante.

È un problema che non può essere sottovalutato.

Ben 4.500 miliardi di mozziconi vengono dispersi costantemente nel mondo e di questi, due terzi finiscono in mare generando l’inquinamento delle acque e una gravissima contaminazione della catena alimentare non solo della fauna, ma anche della flora.

Anche il Codacons (il coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) ha annunciato di mandare una diffida ai prefetti affinché si vieti il diritto di fumo sulle spiagge di tutta Italia e, nel caso questo divieto non venisse stabilito, denuncerà i comuni non solo per concorso in inquinamento, ma anche per danneggiamento dell’ambiente.

Rispetta l’ambiente fumando: Ora Puoi

Come abbiamo visto, i mozziconi di sigaretta negli anni si sono trasformati in un problema ambientale piuttosto grave.

Chi è convinto che le sigarette tradizionali non rappresentino un pericolo si sbaglia, perché inquinano poiché non sono biodegradabili.

Sono fotodegradabili si, ma non basta.

Perché è vero che si consumano a causa dei raggi del sole, ma non spariscono del tutto… ci vogliono almeno dieci anni prima che si degradino completamente.

Ogni giorno si stima che al minuto 8 milioni di mozziconi vengono gettati senza rispetto per strada e nei fossi, costituendo oltretutto un pericolo per bambini e animali che potrebbero ingerirli, causandone soffocamento o avvelenamento.

Quindi come poter fumare senza provocare danni?

Se il fumo è il tuo punto debole e non riesci proprio a rinunciarci, la sigaretta elettronica è la soluzione a tutto questo inquinamento.

A differenza del fumo da combustione della sigaretta tradizionale, il vapore della sigaretta elettronica non inquina l’aria ed è stato dimostrato che le sostanze rilasciate sono trascurabili e non tossiche, per questo meno dannose.

Non inquinano né gli esseri umani, né i mari e nemmeno le piante.

Cosa aspetti a passare alla sigaretta elettronica?